Tag: Economia

Riflessioni dopo lo spettacolo di Beppe Grillo

Beppe Grillo

Ieri sera sono stato a Barletta allo spettacolo di Beppe Grillo: la serata, dal punto di vista metereologico non era delle migliori, fredda e ventosa, ma Beppe non ha affatto deluso le mie aspettative.

Il suo inconfondibile stile , pungente e grintoso , ha contraddistinto tutta la sua performance durata circa due ore : l’affluenza di pubblico è stata notevole, davvero notevole.

Colpisce come, un personaggio relegato ormai ai margini della tv e dello spettacolo, coinvolga un numero così elevato di cittadini, grazie al suo blog e a internet, senza i quali Grillo non avrebbe più potuto condurre le sue battaglie.

Credo che Beppe Grillo sia inconfutabilmente uno dei principali testimoni di cosa si possa fare con la rete e della potenza degli strumenti comunicativi dei nostri giorni : un blog come strumenti di democrazia a di denuncia.

Emblematico il racconto della lettera di un ragazzo handicappato che era costretto a firmare una liberatoria per salire su un treno : dopo la pubblicazione della storia di Beppe sul suo blog e 750 000 email di protesta, quel documento è sparito ed il ragazzo non è più costretto a subire un’umiliazione quotidiana.

Economia, finanza, energia, politica , attualità , gli argomenti trattati da Beppe.

Ascoltarlo fa sorridere ma nello stesso tempo trasmette malinconia : con una battuta, col sorriso sulle labbra, racconta una realtà di cui non c’è affatto da rallegrarsi.

Consiglierei ai politici che si chiedono come mai la gente si allontani dalla politica di assistere a qualcuno dei suoi spettacoli in giro per l’Italia, ascoltarlo e seguire le reazioni alle sue battute.

{ 1 Comment }

Il Tronchetto che incorpora e scorpora

E’ di ieri la decisione di scorporare Tim da Telecom , dopo la fusione di un paio di anni fa.

La notizia a quanto pare lascia presagire uno scenario immediato di vendita di Tim vendita di Telecom (infrastruttura ) e creazione di una media Company ( termine di moda oramai in borsa ).

Da queste mosse si comprende la scarsa lungimiranza di coloro che gestiscono le più grandi aziende italiane : vendono l’unica parte buona ( da tutti Tim viene riconosciuta come la gallina dalle uova d’oro ) per creare un’azienda senza sostanza , che venderà in pratica solo fumo.

Ovviamente l’acquisto di Tim sarà appannaggio di operatori esteri: qualcuno mi spieghi come mai siamo il paese con il maggior numeri di telefonini / abitante e non abbiamo quasi più un gestore di telefonia mobile nè mai abbiamo avuto un produttore di telefonini decente …

Chi vivrà , vedrà …

{ Add a Comment }